Your browser does not support SVG

Mormanno

A soli 7 km dal nostro agriturismo potrete visitare il centro storico di Mormanno, borgo del bocconotto, situato ai piedi del Pollino di origine longobarda. Da non perdere:

✓ La cattedrale di Santa Maria del Colle, imponente architettura in piazza Umberto I, e le sue cripte;

✓ Il faro votivo, monumento simbolo del paese eretto in onore ai Caduti della Regione Calabria della Grande Guerra;

✓ Il lago Pantano, un invaso artificiale circondato da una distesa verde e avvolto dalle montagne del Pollino;

✓ Eventi: Cummitu di San Giuseppe (19 marzo); festa del bocconotto (Estate Mormannese), Perciavutti (Ponte dell’Immacolata)

Laino Borgo e Laino Castello

Siti entrambi sulle rive del fiume Lao, un tempo erano uniti in un unico comune. Oggi giurisdizionalmente divisi, lavorano in sinergia per la promozione territoriale e la rinascita del centro storico di Laino Castello, un borgo fantasma che, abbandonato nei primi anni Ottanta, oggi rivive attraverso un progetto di borgo ospitale. Da vedere:

✓ La chiesa madre di San Teodoro di Laino Castello, monumento di origine bizantina che custodisce pregiate opere d’arte;

Complesso monumentale Santuario delle Cappelle di Laino Borgo, poco fuori dal centro, costruito per volere di un fedele lainese di ritorno da un pellegrinaggio in Terra Santa;

Mostra Permanente della Giudaica e Raccolta di Minerali, un’esposizione dei costumi usati durante la rappresentazione dedicata alla passione di Cristo e una documentazione fotografica delle diverse edizioni svolte dal 1912 ai giorni nostri;

✓ Eventi: Presepe vivente di Laino Castello (26 dicembre e 6 gennaio); Giudaica di Laino Borgo (venerdì di Pasqua); Palio dei Ciucci di Laino Borgo (agosto)

Papasidero

Un piccolo gioiello medievale tra le montagne del Pollino e la vicina valle del Mercure, custode di un prezioso sito archeologico e attrattore storico e culturale per migliaia di turisti. Consigliati:

✓ La grotta del Romito con il maestoso graffito del Bos primigenius, rappresentazione dell’arte rupestre del Paleolitico superiore e alcune riproduzioni di sepoltura;

✓ Il santuario della Madonna di Costantinopoli, a strapiombo sul fiume Lao e a ridosso di una parete rocciosa;

✓ Eventi: Festa di Sant’Antonio da Padova (13 giugno); sfilata delle travi trainate dai buoi, parati a festa, in onore del Santo

Morano Calabro

Dai tratti simili a quelli di un presepe, annoverato tra i Borghi più belli d’Italia, è, con l’altopiano di Campotenese, la porta naturale del Parco del Pollino. Da vedere:

✓ Il Castello Normanno-Svevo che sovrasta dall’alto tutta la cittadina; ✓ Il Museo Naturalistico “Il Nibbio”, un percorso illustrativo-didattico dedicato alla fauna del Pollino;

✓ La Collegiata della Maddalena e il Chiostro di San Bernardino, architetture di pregio nel cuore del centro storico;

✓ Eventi: Festa della Bandiera (nella settimana del 20 maggio), Presepe vivente (26 dicembre e 6 gennaio)

Civita

Di origini arbereshe, il piccolo borgo incastonato tra le rocce e le Gole del Raganello, è il fiore all’occhiello del territorio pollineano dove ancora oggi resistono gli antichi riti ortodossi. Da non perdere:

Ponte del Diavolo e Gole del Raganello nelle quali immergersi, in estate, con escursioni guidate di acqua-trekking e in gommone;

Murales di Giorgio Castriota Scanderberg, ritratto del patriota albanese che ha condotto la vittoria contro i Turchi;

✓ Eventi: Vallje (martedì successivo alla Pasqua), Notte romantica (nella settimana del solstizio d’estate)