Your browser does not support SVG

Il nostro presente

Ancora oggi, nel cuore del Parco nazionale del Pollino, la storia di “Zi’ Battista” continua. Al timone dell’azienda agrituristica il figlio Carmine e la moglie Lina, insieme a Ilenia e Giambattista, imprenditori di terza generazione della famiglia Sola.

Il tempo non ha affatto scalfito il progetto di Battista e Iolanda ma ne ha rafforzato l’eredità ed i valori che oggi più che mai guidano l’agriturismo Aria Fina.

Le nostre radici

La storia dell’azienda affonda le radici nel passato della famiglia Sola quando Battista e Iolanda hanno aperto la Trattoria “Zi’ Battista”.

Dal 1968 i due, portando in tavola le tradizioni ed i sapori locali, hanno fatto della trattoria di Colle di Trodo, a Mormanno in provincia di Cosenza, un punto di ristoro per la gente del luogo e per i tanti viaggiatori che proprio in quegli anni iniziavano a percorrere la Salerno-Reggio Calabria, ora A2 del Mediterraneo.

Carmine e Lina in cucina

I nostri valori

Il ritorno alle terra, con la quale non abbiamo mai reciso il cordone ombelicale, è stato per noi una scelta di vita consapevole, convinti che l’agricoltura possa valorizzare il nostro territorio favorendo nuove e proficue sinergie.

Con questa convinzione abbiamo costruito intorno ai campi la nostra attività quotidiana, quella fatta di accoglienza, percorsi esperenziali e cibo a chilometro zero, il tutto con la sola passione che i nonni Iolanda e Battista ci hanno consegnato in eredità.

La nostra mission

Aria Fina oggi è il frutto di un lavoro di squadra e di un continuo confronto generazionale. Restare, a volte, è più difficile che partire e noi, di questo, ne abbiamo fatto una grande opportunità. 

Il motore propulsore della nostra quotidianità? Quella passione inossidabile e verace che contraddistingue il popolo calabrese che ogni giorno ci incoraggia a fare sempre del nostro meglio. Noi ci proviamo, cercando di essere all’avanguardia rimanendo fedeli ai principi della terra, lì dove tutto è iniziato, portando sempre più in alto il vessillo del Pollino.